Atlas Sargon

  • flag Leoni di Shekhn
  • person PC
  • Furio
Public Background

Atlas è un giovane druido di 27 anni.

Nativo di Ghilea, è cresciuto in una piccola famiglia nobile.
Il padre gli pagò gli studi di base nei quali Atlas eccellette, cosa che convinse il capofamiglia a mandarlo sull’isola di Platea ad approfondire le sue conoscenze anche sulla magia.
Dal canto suo Atlas era sempre stato interessato a questo genere di cose e quando venne spedito a Platea fu per lui come un sogno che si avvera.
Studiò prima nelle classi e poi per la sua eccellenza sotto Magister Zaros, specializzato nello studio delle civiltà, della magia e della storia precedenti all’impero di Amor.
Passarono gli anni al seguito di Zaros, costellati da esplorazioni e studi nelle più grandi biblioteche dell’impero Plagiano.
Qualche anno fa, di ritorno da una spedizione ad Amor, Zaros cominciò a fare discorsi strani sulla natura della magia e a domandarsi quale fosse l’origine dei cristalli, cominciò a fare correlazioni tra le culture precedenti alla comparsa dei cristalli (per esempio Amor) e i venti che riflettevano le diverse tipologie dei cristalli esistenti, accorgendosi contemporaneamente che nei pochi scritti amoriani che facevano riferimento alla magia non c’era traccia dell’uso dei cristalli.

Le sue ricerche e i suoi interessi lo stavano chiaramente spingendo verso quella fantomatica corrente di pensiero, i Nurador, incantatori che ricercavano le radici del potere magico e di conseguenza una maniera per utilizzarlo senza i cristalli.
Qualche tempo fa Zaros si recò a sud, verso Zamia, nel tentativo di approfondire alcune teorie che aveva scoperto e condiviso con Atlas riguardo alle culture del sud e alla loro concezione e utilizzo della magia, addirittura precedenti al periodo dell’impero Amoriano.
Da quel momento Zaros sparì e non si fece più sentire.
L’ultima persona con cui aveva parlato a Platea era Magister Merroc, uno dei più anziani membri dei Collegi di Magia e che non stimava particolarmente Zaros per le voci che cominciavano a girare su di lui.
Una notte Atlas si introdusse nella biblioteca privata di Magister Merroc, cercando qualche indizio sul proprio maestro… trovò un documento incompleto che riportava esattamente le teorie che cominciavano ad affollare la testa di Zaros.
Troppe erano le variabili sul perché quel documento si trovasse lì… così Atlas decise di portarlo con se e di partire immediatamente sulle tracce del proprio maestro, verso Zamia.