Porpora

  • flag La Vera Volontà
  • person NPC
Public Background
Elfa scura fuggita dalla sua tribù boschiva. Sul punto di morire di fame nel corso della sua fuga, cadde in un fiume contaminato dalla Volontà della Terra. Ne ricavò un'immensa forza fisica e un'improvvisa voglia di riscatto. Risalendo il fiume, scoprì che la fonte di tale potere si trovava nelle miniere di Supageti. Ne schiavizzò brutalmente gli abitanti (coboldi inclusi) per estrarre la materia contaminata e la utilizzò per costruire una tremenda macchina da guerra. Quando il gruppo di Poyli decise di affrontarla per liberare la città, Porpora sfidò Ganz a duello. Entrambi i guerrieri impugnavano grossi spadoni e manifestavano un'incredibile forza fisica, ma alla fine Ganz sembrava sul punto di trionfare, quando la drow gli tirò addosso un coltello avvelenato, facendolo piombare in un sonno magico e approfittando di quell'istante per scappare. Poyli, Balek ed Eorlin la inseguirono in fondo alla miniera, dove furono attaccati dal robot da guerra che stava pilotando; per fortuna, quest'ultimo non era ancora del tutto finito, e insieme i tre riuscirono a neutralizzarlo. Porpora provò a scappare ancora, ma trovò la morte precipitando in un burrone.